Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Amministrazione trasparente

Nuova Amministraz. Trasparente

  • Nuova Amministraz. Trasparente

Miglioramento dell'accessibilità

Login area riservata

Accesso all'area riservata

Modulo: Attori… in scena

Il laboratorio è stato incentrato sui temi della  diversità e della libertà di poter intraprendere il  proprio percorso di vita, secondo le aspirazioni di ognuno e finalizzato alla messa in scena di un lavoro teatrale,  pretesto e comunque mezzo per raggiungere lo scopo di aggregare un gruppo di alunni intorno ad un tema comune.

 

La scelta delle tematiche è nata dalla lettura, interpretazione e rielaborazione del testo “Il giovane gambero” tratto dalla collana di Gianni Rodari “Favole al telefono”. La scrittura del testo, la messa in scena sono state frutto del lavoro creativo degli alunni, esortati dai docenti a riflettere sul significato e sulle implicazioni etiche ed emotive relative alle opportunità che la vita offre e, nel contempo, alle difficoltà che si incontrano per realizzare i propri sogni e le proprie aspirazioni che vanno perseguiti comunque.

            L’approccio metodologico è stato quello del laboratorio e ha adottato, nella fase dell’ideazione, il procedimento del brain-storming, mentre nella fase della stesura del testo è stata impiegata la prassi della scrittura creativa. Anche la messa in scena è stata la risultante di un continuo interscambio fra tutti i partecipanti, ciascuno con il suo ruolo e tenuto conto delle idee e del gusto artistico di ognuno.

             Il lavoro sviluppato in questo progetto ha fatto nascere negli alunni una maggiore consapevolezza e un sentimento di solidarietà nei confronti di chi, portando avanti idee divergenti, risulta spesso “diverso” e poco apprezzato. Tali riflessioni potranno contribuire alla loro crescita civile e alla capacità di partecipare, con il ruolo di cittadini, ai processi democratici che li riguardano e di incidere, sin da ora, con maggiore coscienza, nelle decisioni che riguardano il loro futuro.

            Il spettacolo finale, “Il piccolo gambero”, andato in scena giorno 8 giugno  al teatro Garibaldi, ha riscosso l’apprezzamento dei compagni, dei docenti e dei genitori.

Utenti Collegati

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online